Versione stampabile | pubblicato il 02 marzo 2018

La rete delle Stazioni Appaltanti – Workshop formativo

Ance Pordenone-Trieste organizza il Workshop formativo

LA RETE DELLE STAZIONI APPALTANTI

mercoledì 14 marzo 2018, ore 9.30
Sala Convegni Unione degli Industriali di Pordenone
via Borgo S. Antonio, 17 (accesso dalla passerella pedonale riservata)

Programma

ore 9.15 – Registrazione dei partecipanti
ore 9.15 – Inizio Lavori

Relatori:
– Dott.ssa Magda Uliana, Direttore Centrale infrastrutture e territorio, direttore centrale Regione Friuli Venezia Giulia
– Dott. Marco Padrini, Direttore del Servizio lavori pubblici, infrastrutture di trasporto e comunicazione della Direzione centrale infrastrutture e territorio Regione Friuli Venezia Giulia

La partecipazione gratuita è riservata alle Aziende associate, alle Stazioni Appaltanti e ai Professionisti previa iscrizione mediante l’allegata scheda di adesione da inviare entro martedì 13 marzo p.v. a: info@ancepordenonetrieste.it.

NB: EVENTO NON ACCREDITATO

Con il nuovo Codice Appalti il legislatore ha recepito le direttive comunitarie sulla digitalizzazione delle procedure degli appalti pubblici.

L’art. 40 del D.Lgs. 50/16 prevede, infatti, che “a decorrere dal 18 ottobre 2018, le comunicazioni e gli scambi di informazioni nell’ambito delle procedure di cui al presente codice svolte dalle stazioni appaltanti sono eseguiti utilizzando mezzi di comunicazione elettronici” e ancora l’art. 58 prevede che “….le stazioni appaltanti ricorrono a procedure di gara interamente gestite con sistemi telematici”.

Ciò premesso la Regione ha promosso la definizione di una “Rete di Stazioni Appaltanti” adeguata alla realizzazione di lavori pubblici di interesse locale o regionale per supportare gli Enti committenti nella gestione completa dell’intero ciclo di vita degli appalti: dalla programmazione, alle procedure di gara, alla stipulazione del contratto, all’esecuzione dei lavori, al collaudo.

A seguito dell’adesione (gratuita) alla Rete, le Stazioni Appaltanti si qualificano e operano attraverso strumenti d’acquisto e di negoziazione telematici messi a disposizione della Regione stessa (piattaforma e-procurement).

In particolare, in tale piattaforma, è previsto lo sviluppo dei seguenti moduli:
Programmazione: collegamento col MIT e acquisizione del codice CUP;
Gestione opere pubbliche: trasmissione alla BDAP e collegamento con ANAC;
Pubblicità legale: creazione e compilazione bando GUUE, impostazione area “Bandi in corso” e pubblicazione;
Trasparenza e anticorruzione: collegamento con Amministrazione Trasparente e possibilità di generare il file xml anticorruzione;
Mercato elettronico e Consip: gestione attraverso il mercato elettronico e import massivo dei dati gestiti dal sistema “Acquisti in rete”.

L’adesione si perfeziona attraverso la stipula di una apposita convenzione – tra la Direzione centrale competente in materia di lavori pubblici e la Stazione Appaltante singola o associata – finalizzata ad accreditare la Stazione Appaltante alla rete, oltre a disciplinare funzioni e attività che la Stazione Appaltante singola o associata dovrà svolgere nel rispetto dell’autonomia di ciascuna realtà locale.